Honda CBR 250RR, piccola peste

Agli stand del Tokyo Motorcycle Show 2018, tra le tante novità c’era anche lei, la Honda CBR250RR, una pungente sportiva a cui non manca nulla per poter essere leader nel settore delle piccole. In Giappone è già realtà (ed è in vendita a circa 5.800 euro) ma attualmente non è prevista l’importazione in Europa, anche se Honda latita in questo segmento che oggi è ricco di novità. Ma domani, chissà…

Due piccoli cilindri

BBKKZHZ

Cuore della piccola Honda CBR250RR è un bicilindrico in linea da circa 249 cc, 4 valvole per cilindro DOHC, raffreddamento a liquido, capace di 38 cv a 12.500 giri (!) e 23 Nm, per soli 26,7 km/l nel ciclo medio WMTC. Gli ingegneri giapponesi avevano le idee chiare su ciò che cercavano: renderlo compatto, tecnologicamente avanzato e dalla potenza specifica elevata. Obiettivi raggiunti attraverso soluzioni non banali, come la pompa dell’acqua che sfrutta il moto dell’albero a camme ed è posizionata nella testa del cilindro (come sulla RC213V, tanto per dirne una), l’acceleratore TBW (Throttle By Wire, che permette la selezione di tre diverse mappature: Comfort, Sport e Sport+), l’airbox posizionato in alto rispetto al motore e che permette di avere una bassa temperatura del flusso, lo scarico 2-1-2… Insomma con la piccola CBR250RR si è lavorato in grande.

Scheletro portante

BBKKOsE

La struttura principale della Honda CBR250RR è un traliccio in acciaio a diamante che abbraccia il piccolo motore. Ha quote estremamente compatte: cannotto inclinato di 24,3°, avancorsa di appena 92 mm, interasse 1.390 mm. Il peso è di 165 kg con il pieno. Le sospensioni comprendono una forcella a steli rovesciati Showa e un mono incernierato al forcellone – in alluminio – con schema Pro Link (a leveraggio progressivo). Completa il pacchetto l’estetica ricercata, con la sezione frontale estremamente aerodinamica e la fanaleria full LED. È disponibile anche in versione ABS e per sottolineare le sue intenzioni bellicose è stato pensato un kit dedicato ai pistaioli, che prevede pompa freno radiale, cerchi alleggeriti, gomme slick, regolazioni per la forcella e scarico Akrapovic.

                                                                                     *il mio prossimo acquisto :))

1

Annunci

3 commenti su “Honda CBR 250RR, piccola peste

  1. Sniff… a sentire parlare di queste piccoline mi vengono in mente alcuni tra i migliori ricordi dei miei 16 anni 🙂
    Epoca d’oro delle piccole 125 2 tempi (portate spesso a 160 cc con i Kit Polini). Inquinanti e puzzolenti, con motori dalla curva di coppia spostata in alto e molto molto ripida.
    Honda NS, poi NSR, Cagiva Mito 7 marce, Gilera MX, KZ/KK, CX, Aprilia AF1
    Il sogno era il Suzuki gamma 250 (versione K. Schwantz)
    Circa 160 kg reali.
    Con quelle si imparava l’impostazione e la tecnica di base di guida.
    Erano assurde per dei 16enni, per fortuna poi la legislazione è migliorata

    Buon acquisto! 😀

    Dan

    Liked by 1 persona

    • :)) io invece ho poco più di 16 anni… :)) ma ti posso garantire che questa piccolina mi l’ha sto sognando… :(( ogni uno fa il suo percorso nella vita… a me sono sempre state vietate (le moto) probabilmente per quello li adoro!! un abbracio :*

      Mi piace

  2. Se si tratta della tua prima o seconda moto posso capire perfettamente perché tu la stia sognando 🙂
    Anche a me, tra i 16 e 18 anni mi furono vietate le moto dai genitori.
    Quindi mi comprai la prima (Gilera KZ poi trasformata in KK) di nascosto :p

    Dan

    Liked by 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: